Featured Posts

giovedì 13 giugno 2019

Ivović: "Svi radimo naporno, jedva čekamo start Svjetskog prvenstva"

 

 Vaterpolo reprezentacija Crne Gore ulazi u posljednjih mjesec dana priprema pred start Svjetskog prvenstva u Južnoj Koreji. Priključili su se i igrači iz klubova koji su igrali završnicu Eurolige, pa selektor Vladimir Gojković u punom sastavu odrađuje pripreme na Škveru. Od danas je sa ekipom i Aleksandar Ivović koji je i pored naporne sezone sa Pro Rekom jedva čekao da se priključi reprezentaciji.
Related image

"Nema odmora, ali nijesam ja jedini od igrača koji su u ovoj situaciji. Igrači koji su igrali završni turnir Eurolige su počeli juče ili danas pripreme. Mi ćemo ove sedmice početi nekim laganim tempom, nas trojica koji smo igrali Euroligu. Od sljedeće sedmice krećemo sa dvodnevnim treninzima. Polako ulazimo u trenažni proces koji je svako ljeto isti. Ekipa je u odnosu na prošlu godinu izmijenjena. Svi smo željni i orni za ovo novo što nas očekuje, nova takmičenja za reprezentaciju", poručio je Ivović.
Reprezentacija će do nedjelje trenirati u Herceg Novom, a put za Bečej planiran je u ponedjeljak gdje će Ivović i drugovi trenirati sa Francuskom do 19. juna. Dan kasnije naša selekcija putuje za Njemačku gdje će učestvovati na turnir (21. do 23. jun) na kojem će pored "ajkula" i "pancera" igrati još Italija i Grčka.
"Raspored je dosta gust, biće teško napraviti koncept priprema, jer period nije dug do odlaska na Svjetsko prvenstvo. Turnir u Njemačkoj je jako interesantan jer će se igrati po novim pravilima. Nijesmo imali puno utakmica po novim pravilima tokom sezone, sem završni turnir Evropa kupa u Zagrebu. Nastavak sezone je opet bio po starim pravilima, tako da ćemo pokušati da se adaptiramo što bolje na sva ta nova pravila. Početkom jula idemo za Kinu gdje ćemo trenirati sa Kinom i Kanadom. Treba imati što više utakmica da bi ekipa vidjela šta da prihvati a šta ne od novih pravila", istakao je naš as.
Nakon Njemačke i dva slobodna dana, izabranici Vladimira Gojkovića treniraće na Škveru, a 4. jula okupiće se u Podgorici gdje će odraditi večernji trening pred put za Kinu na finalne pripreme.
"Grupa jeste teška, ali po meni nema ni lake ni teške grupe na velikim takmičenjima. Često puta se pokazalo da su se osvajale medalje i kad je bila teške grupa, a da nijesu kada je bio lakši put. Ja o tome ne razmišljam, mislim da o tome ne treba da razmilja niti jedan naš igrač. Najvažnije je da pripreme odradimo što bolje. Da svi igrači koji su tu, da do damog kraja budu zdravi. Da pokušamo da se uigramo i da stvorimo hemiju koja bi na kraju mogla da nas odvede do završnice Svjetskog prvenstva", zaključio je Ivović.

giovedì 14 marzo 2019

Champions League – 10a giornata - 15/16 marzo


Gruppo A
EGER-FERENCVAROS (anticipo 15 marzo, ore 18:30) Diretta streaming Len Tv
PRO RECCO-BARCELONETA (anticipo 15 marzo, ore 20:30) Diretta tv su Sky Sport 1
DINAMO MOSCA-BRESCIA (ore 17:15) Diretta tv su Eurosport 2
STELLA ROSSA-STEAUA BUCAREST (ore 20:30) Diretta streaming Len Tv

Gruppo B
JUG-WASPO HANNOVER (anticipo 15 marzo, ore 19) Diretta streaming Len Tv
OLYMPIACOS-SZOLNOK (ore 15) Diretta streaming Len Tv
JADRAN SPALATO-SPANDAU BERLINO (ore 19) Diretta streaming Len Tv
BPM SPORT MANAGEMENT-MLADOST (ore 20:30) Diretta tv su Eurosport 2

giovedì 28 febbraio 2019

EUROPA CUP: il favoritissimo Orvosi viene eliminato, Jadran Herceg Novi in finale



ORVOSI-JADRAN HERCEG NOVI 12-13 
(3-2, 4-1, 3-5, 2-5) 
[and. 10-11]

Orvosi: B. Mitrovic, Dr. Brguljan 2, K. Manhercz 4, Randjelovic 1, Salamon 3, Ge. Kovacs, Seman, Ukropina 1, Erdelyi 1, Ubovic, Bundschuh, Harai, Levai. All. Lajos 
Jadran Herceg Novi: Kandic, Brkic, Popadic 1, D. Obradovic, D. Banicevic 1, Averka 2, Mijuskovic, M. Gardasevic 1, Dj. Radovic 2, Spaic, D. Draskovic 4, M. Petkovic 2, Tesanovic. All. Gojkovic
Arbitri: Castagnola (Ita) e Alexandrescu (Rou)
Note: sup. num. Orvosi, Jadran Herceg Novi

Dragan Draskovic (Jadran HN)

Nell’altra semifinale arriva la grande sorpresa: il favoritissimo Orvosi viene eliminato dai ragazzini dello Jadran Herceg Novi, che dopo il successo di misura in montenegro si ripetono anche a Budapest, imponendosi per 13-12. Decisiva nel finale una rete dell’attaccante bielorusso Averka, già protagonista in Regional Liga: per lo Jadran è la seconda finale europea della propria storia dopo quella di Champions League persa nel 2004 contro la Honved a Budapest. Miglior giocatore nel campo Dragan Draskovic autore di quattro reti nel momenti decisivi della partita.

martedì 19 febbraio 2019

Europa Cup – 5a giornata

Image result for europa cup pallanuoto


Girone A
UNGHERIA-RUSSIA 10-8 (4-1, 2-2, 3-2, 1-3)
Ungheria: V. Nagy, Angyal, K. Manhercz 1, Sedlmayer 3, Vamos 1, Nemet 1, D. Jansik, Ge. Kovacs, Erdelyi 1, De. Varga 2, Batori 1, Bedo, Csoma. All. Marcz 
Russia: Fedotov, Suchkov, Kiselev, Dereviankin, Koptsev, Kharkov 3, Merkulov 2, Nagaev, Vasilev, Kholod 1, Lisunov 1, Shepelev 1, Statchenko. All. Evstigneev  
Arbitri: Schappers (Ned) e Kourtidis (Gre)
Note: sup. num. Ungheria 3/10, Russia 2/11. Rigori: Ungheria 0/1
Manhercz in azione contro l'Ungheria.
Manhercz in azione contro l’Ungheria. In alto Sedlmayer (Foto Waterpolo.hu)
L’Ungheria vince aritmeticamente il girone A imponendosi sulla Russia a Gyor. La formazione di Marcz, che continua a ruotare giocatori, va subito sotto 1-0 colpita da Lisunov, ma poi Viktor Nagy serra la propria porta e permette ai magiari di mettere su un parziale di 6-0 che li mette saldamente al comando della gara. Una flessione nella parte centrale dell’incontro, unita alla vena del mancino della Mladost Kharkov, autore di 3 gol di fila, consente alla Russia di rientrare in partita (6-4). La squadra di Evstigneev resta in scia fino a portarsi sul -1 con Merkulov a 3’39’’ dalla fine, poi Sedlmayer, tra i migliori, firma in superiorità il 10-8 che poi Nagy difenderà fino alla sirena conclusiva.  

MALTA-GERMANIA 9-18 (3-5, 3-4, 1-5, 2-4)
Germania: Gotz, Reibel 3, Schipper 1, Küppers 2, Preuss 1, Jüngling 2, Strelezkij 2, Schütze 4, Korbel 1, Restovic 2, Rotermund, Thom. All. H. Stamm 
Arbitri: Paoletti (Ita) e Inesta (Esp)
La Germania vittoriosa a Malta. In alto Sedlmayer dell'Ungheria (Foto Waterpolo.hu)
La Germania vittoriosa a Malta.
Seppur decimata dall’influenza e con due esordienti minorenni in formazione – il 17enne Rotermund e il 16enne Schipper, entrambi dei White Sharks Hannover – la Germania va a vincere a Malta e opera il sorpasso alla Russia, tornando in corsa per un posto alla Final Eight di Zagabria: decisivo sarà lo scontro diretto in programma in casa dei tedeschi, ad Hamm, nell’ultima giornata del 12 marzo.  


LA CLASSIFICA: Ungheria 14, Germania 7, Russia 6, Malta 0.
***

Girone B
OLANDA-GRECIA 6-12 (3-3, 2-3, 1-3, 0-3)   
Olanda: Wagenaar, Veenhuis, Winkelhorst, Van den Burg, Nispeling 1, Lindhout 3 (1 rig.), Gottemaker, M. Filipovic, T. de Mey 1, Janssen, Koopman 1, Lucas, De Koff. All. Van Galen
Grecia: Zerdevas, Gennidounias 2, Skoumpakis, Papanastasiou 1, Fountoulis 4 (1 rig.), Kapotsis, Dervisis, Argyropoulos 1, Mourikis 1, Kolomvos, Gounas 1, Vlachopoulos 2, Flegkas. All. Vlachos
Arbitri: Calabrò (Ita) e Colominas (Esp)
Note: Rigori: Olanda 1/1, Grecia 1/1
Papanastasiou, attaccante classe '99 della Grecia
Papanastasiou, attaccante classe ’99 della Grecia
Grazie al successo di Amersfoort sull’Olanda, la Grecia stacca il biglietto per la Final Eight di Europa Cup. La vittoria del team di Vlachos è maturata solo nella seconda metà della gara, nelle prime due frazioni gli Oranje restano incollati agli ellenici grazie soprattutto alle proprie qualità balistiche e ad uno Zerdevas non sempre impeccabile. Nel terzo quarto il break decisivo, con la Grecia che passa dal 7-5 al 9-5 con le reti di Papanastasiou e Argyropoulos. Nel finale, poi, il team di Vlachos prende il largo fino al 12-6 conclusivo.    

SPAGNA-UCRAINA 17-2 (1-0, 5-1, 4-1, 7-0) 
Spagna: Lorrio, S. Cabanas 2, Granados, Corbalan 1, De Toro 1, Sanahuja 4, Barroso 5, Pericas, Asensio 2, Paul 2, G. Garcia, A. Bustos, Lloret. All. D. Martin
Ucraina: Nikolskyi, Osyka, Mamentyev 2, Abramov, Dyadyura 1 (rig.), Dzhura, Apostol, Yevstratov, Gusakov, Voitenko, Alieksiesev, Kechadzhy, Babskyi. All. Zavizion
Arbitri: Schopp (Ger) e Gransjean (Ned)
Note: Rigori: Spagna, Ucraina 1/1
Anche la Spagna vola aritmeticamente a Zagabria grazie al largo successo di Barcellona sull’Ucraina, che resiste comunque un quarto prima di cedere ad alla giovanissima formazione schierata da David Martin, che schiera ben 6 giocatori tra i 18 e i 20 anni. È l’ex Acquachiara Barroso, insieme al talentino del Terrassa Sanahuja, a dare il là al successo degli iberici, primi nel girone B grazie alla migliore differenza reti negli scontri diretti con la Grecia.  

LA CLASSIFICA: Spagna 12, Grecia 12, Olanda 6, Ucraina 0.
***

Girone C
riposa MONTENEGRO
LA CLASSIFICA: Italia 10 (4 giocate), Montenegro 5 (3), Francia 0 (3).
***

Girone D
SERBIA-ROMANIA 13-6 (3-1, 4-1, 4-2, 2-2)
Serbia: G. Pijetlovic, Mandic 3, Tankosic, M. Radovic, D. Lazic 1, Tomic, Drasovic 2, Lukic 2, M. Jankovic 2, Vucinic 1, Stojanovic 1, Velkic 1, Dobozanov. All. Savic
Romania: Tic, Vanczik, Gergelfyi, Gheorghe 2, Fulea, Georgescu, Prioteasa 1, Dragomirescu 1, Calin, Oanta 1, I. Szabo 1, Antipa, Abrudan. All. Iordache
Arbitri: Achladiotis (Gre) e Kovacs-Csatlos (Hun)
Note: sup. num. Serbia 3/9, Romania 2/6
Marko Radovic, 17enne mancino della Serbia, in azione contro la Romania
Marko Radovic, 17enne mancino della Serbia, in azione contro la Romania
Festa grande per la Serbia a Subotica. Contro la Romania Dejan Savic rinuncia anche a Filip Filipovic e schiera i soli Mandic e Gojko Pijetlovic tra gli olimpionici a disposizione, mandando in acqua anche gli esordienti Velkic, centroboa 20enne del Sabac, e Marko Radovic, mancino di appena 17 anni della Stella Rossa. La qualità dei Delfini non ne risente e nei primi due quarti il dominio è assoluto: sono proprio gli “italiani” Mandic e Drasovic a guidare i campioni d’Europa sul 7-2 di metà gara.  Con questo successo la Serbia scavalca la Croazia e torna prima nel gruppo D in attesa dello scontro diretto di Sisak del 12 marzo. 


riposa CROAZIA
LA CLASSIFICA: Serbia 8 (3 giocate), Croazia 7 (3), Romania 0 (4).
***


domenica 10 febbraio 2019

ITALIA: A2 Maschile, 9a giornata

Image result for a2 pallanuoto maschile

Girone Nord
CIVITAVECCHIA-CROCERA STADIUM 12-10 (4-2, 5-3, 1-3, 2-2)
Civitavecchia: Mancini, Muneroni, Minisini, Ballarini, Checchini 1 (1 rig.), Echeniqhe 2, Carlucci 1, Pagliarini 3, Romiti 2, Simeoni 1, Moretti 1, Greco 1, Pinci. All. Feoli
Crocera Stadium: Graffigna, Pedrini 1, Giordano 1, Chirico, Congiu 1, Figini, Ferrari 1, Tamburini 1, Fulcheris, Dellepiane, Bavassano 1, Manzone 4 (2 rig.), Fulcheris. All. Campanini
Arbitri: Centineo e Minelli
Note: usciti per limite di falli Minisini (Civitavecchia) nel secondo tempo, Cecchini (Civitavecchia) nel terzo tempo; Espulso per proteste (art 21.13) Chierico (Crocera) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: CN Civitavecchia 3/6 + un rigore, Crocera 7/15 + due rigori. Spettatori: 150 circa.

BRESCIA WATERPOLO-PLEBISCITO PADOVA 8-8 (1-2, 3-3, 3-1, 1-2)
Brescia Waterpolo: Massenza, Laurini, Zugni, Legrenzi, Garrozzo 1, Laisi, Tortelli 3, Tononi 3, Pietta, Zanetti, Gianazza 1, Sordillo, Gianazza. All. Sussarello
Plebiscito Padova: Destro, Segala, Tosato, Chiodo 1, Savio 2, Barbato, Gottardo, Robusto, Zanovello 1, Calabresi, Rolla 1, Leonardi, Tomasella 3. All. Martinovic
Arbitri: Rotondano e Rotunno
Note: uscito per limite di falli Zugni (B) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Brescia Waterpolo 4/7; CS Plebiscito PD 1/10. Spettatori 100 circa.

LAVAGNA 90-VELA ANCONA 7-8 (0-1, 3-0, 3-4, 1-3)
Lavagna 90: Agostini, Villa, Luce, Pedroni 1, Pedroni, Cimarosti 1, Bianchetti, Gabutti, Cotella, Cotella 1, Menicocci 1, Magistrini, Casazza 3. All. Berri
Vela Ancona: Bartolucci, Lisica 3 (1 rig.), Pugnaloni, Pantaloni 1 (1 rig.), Baldinelli, Pieroni, Simo, Breccia, Ciattaglia, Bartolucci 1, Sabatini 2, Cesini 1, Cardoni. All. Pace
Arbitri: Bonavita e Magnesia
Note: superiorità numeriche: Lavagna 90 1/7, Vela Ancona 1/6 + 2 rigori. Spettatori: 200 circa.

SORI-SPORTIVA STURLA 7-7 (0-0, 2-2, 2-2, 3-3)
Sori: Benvenuto, Elefante 1, Megna 1, Elphick 2 (1 rig.), Viacava 1 (1 rig.), Stagno, Digiesi, Benvenuto 1, Penco, Morotti, Percoco 1, Pesenti, Rayner. All. Cipollina
Sportiva Sturla: Ghiara, Baldineti, Giusti, Prian 1, Giusti 1, Bosso 1, Cappelli 2, Rivarola 1, Froda’, Bonomo 1, Parodi, Dainese, Dufour. All. Ivaldi
Arbitri: Pagani Lambri e Iacovelli
Note: espulso per proteste il tecnico Cipollina (RN Sori) nel secondo tempo. Uscito per limite di falli Megna (RN Sori) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: RN Sori 2/5 + due rigori; Sportiva Sturla 2/9. Spettatori 100 circa.

REALE MUTUA TORINO 81-PRESIDENT BOLOGNA 9-9 (3-3, 2-2, 1-3, 3-1)
Reale Mutua Torino 81: Aldi, Olocco, Cialdella, Azzi 1, Maffe’ 1, Oggero 1, Brancatello 3, Vuksanovic 3, Capobianco, Loiacono, Audiberti, Gattarossa, Costantini. All. Aversa
President Bologna: Aleksic, Gadignani, Bruzzone, Musolesi, Moscardino 2, Dello Margio, Marciano, Belfiori, Pasotti 2, Pozzi, Cocchi 5 (1 rig.), Sallioni, Bonora. All. Risso
Arbitri: Brasiliano e Chimenti
Note: Cocchi (PB) fallisce un rigore nel quarto tempo (fuori). Usciti per limite di falli: Dello Maggio (PB) nel terzo tempo e Pozzi (PB) nel quarto tempo.

SPAZIO CAMOGLI-COMO 10-6 (1-1, 2-3, 2-1, 5-1)
Spazio Camogli: Gardella, Beggiato 3, Iaci 1, Licata, Pellerano, Cambiaso 2, Bisso 1, Barabino, Cocchiere, Gatti, Molinelli, Mantero, Caliogna 3. All. Temellini
Como Nuoto: Viola, Foti, Bianchi, Lepore, Busilacchi, Toth 3 (1 rig.), Beretta, Gennari 1, Lava 1, Pellegatta, Cassano, Fusi 1, De Simone. All. Venturelli
Arbitri: Anaclerio e Lo Dico
Note: uscito per limite di falli Gatti (S.C.) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Spazio RN Camogli 3/7; Como Nuoto 2/13 + un rigore. Spettatori 200 circa.
***

Girone Sud
METAL CARPENTERIA CROTONE-PESCARA 4-7 (2-2, 0-0, 2-4, 0-1)
Metal Carpenteria Crotone: Conti, Cavallaro, Amatruda, Arcuri, Aiello, Namar, Candigliota, Morrone 1, Spadafora 3, Graziano, Markoch, Latanza, Ruggiero. All. Arcuri
Pescara: Volarevic, Di Nardo 1, De Vincentiis, C. Di Fulvio 1, De Ioris, Laurenzi, Giordano, Provenzano, Di Fonzo, D’aloisio 2 (1 rig.), E. Calcaterra 1, Agostini, F. Molina 2. All. Malara
Arbitri: Barletta e Taccini
Note: superiorità numeriche: Crotone 1/6 e Pescara 4/8 + 1 rigore. Espulsi Graziano (C) per gioco violento nel terzo tempo e il tecnico Malara (P) per proteste nel quarto tempo. Spettatori 100 circa.

STUDIO SENESE CESPORT-TELIMAR 10-8 (3-2, 3-1, 3-0, 1-5)
Studio Senese Cesport: Turiello, Buonocore 1, Di Costanzo 2, Parrella 2, Iodice 1, Cerchiara, Simonetti 1, Esposito, Saviano 1, Femiano 1, Parrella 1, Corcione, Bouche’. All. Esposito
Telimar: Lamoglia, Tuscano, Galioto, Di Patti 1, Occhione, Lo Dico, Giliberti, Saric 1, Lo Cascio 4, Tabbiani 2, Fabiano Antracite, Migliaccio, Sansone. All. Mustur
Arbitri: Rovida e Nicolai
Note: usciti per limite di falli Cerchiara (C) nel terzo tempo, Iodice (C) e Galioto (T) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Studio Senese Cesport 8/12 e Telimar 5/12. Spettatori 50 circa.

ROMA VIS NOVA-COPRAL MURI ANTICHI 8-4 (1-1, 3-2, 0-1, 4-0)
Roma Vis Nova: Bonito, Iocchi Gratta 1, Murro 2, Ferraro 1, Bernoni, Rella, Spinelli, Maras, Parisi 1, Gobbi 2 (1 rig.), De Vena 1, Vitola, Marinaro. All. Calcaterra
Copral Muri Antichi: Ruggieri, Carchiolo, Nicolosi, Zovko, Gluhaic 1, Aiello, Belfiore 1, Leonardi, Paratore, Muscuso, Calarco 2, Lanzafame. All. Puliafito
Arbitri: Savarese e De Girolamo
Note: usciti per limite di falli Gluhaic , Muscuso (Muri Antichi) e Maras (Vis Nova) nel quarto tempo; Cartellino giallo per l’allenatore del Vis Nova Calcaterra, nel secondo tempo e anche per l’allenatore della Muri Antichi Puliafito nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Vis Nova 2/11 + un rigore, Muri Antichi 1/8. Spettatori: 100 circa.

ROMA 2007 ARVALIA-ACQUACHIARA 7-5 (2-2, 2-2, 0-0, 3-1)
Roma 2007 Arvalia: Washburn, Serio 1, Re, Fiorillo, Miskovic 1, Navarra 2, Di Santo 1, Vittorioso 1, Sofia, Giacovazzi, Mele, Letizi, Faiella 1. All. Ciocchetti
Acquachiara: Rossa, Ciardi, De Gregorio, Occhiello, Pasca Di Magliano 1, Lanfranco, Occhiello 2, Lanfranco 2, Iula, Tozzi, Ronga, Briganti, Alvino. All. Petrucci
Arbitri: Schiavo e Nicolosi
Note: spettatori: 100 circa. Superiorità numeriche: Arvalia 0/6, Acquachiara 1/5. Usciti per limite di falli: Iula (Acquachiara) nel quarto tempo. Al minuto 4:55 ammonito il tecnico dell’Acquachiara Petrucci.

LATINA-CUS UNIME 8-9 (1-3, 1-1, 3-2, 3-3)
Latina: Cappuccio, Tulli, De Bonis, Goreta 2, Gianni, Falco, Castello, Barberini, Lapenna 1, Priori, Di Rocco 3, Giugliano 2, Marini. All. Mirarchi
CUS Unime: Spampinato, Russo, Maiolino, Steardo 3, Provenzale 1, Condemi, Cusmano, Giacoppo, Ambrosini, Sacco 3 (1 rig.), Klikovac 2, Parisi. All. Naccari
Arbitri: Ercoli e Roberti Vittory
Note: usciti per limite di falli Gianni (L), Priori (L), Giacoppo (C) e Sacco (C) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Latina Pallanuoto 5/11 e Cus Unime 2/13 + 2 rigori (uno fallito). Espulsi Tulli (L) per offese all’avversario e il tecnico Naccari (C) per proteste nel quarto tempo. Cappuccio (L) para un rigore a Klikovac (C) nel quarto tempo. Spettatori 150 circa.

ARECHI-CAMPOLONGO H. R.N. SALERNO 6-9 (2-2, 3-3, 1-2, 0-2)
Arechi: Noviello, Siani 1, Apicella, Bencivenga 1, Cali’, Esposito, Spinelli, Gregorio 1, Vukasovic 1, Mutariello, Iannicelli, Massa 2, Spinelli. All. Pesci
Campolongo H. R.N. Salerno: Santini, Luongo 1, Gandini 1, Sanges, Scotti Galletta 1, Gallozzi, Fortunato 1, Cupic 1, Mauro, Parrilli 2, Spatuzzo 2, Pica, Ragosta. All. Citro
Arbitri: Scillato e Carmignani
Note: uscito per limite di falli Calì (A) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: RN Arechi 3/6 e Campolongo Hospital RN Salerno 4/11. Spettatori 600 circa.
 

Followers