giovedì 19 ottobre 2017

Champions, il Brescia soffre ma è ai gironi

Risultati immagini per mladjan janovic
Mladjan Janovic

SINTEZ KAZAN-BRESCIA 8-7 (0-2, 0-2, 4-2, 4-1) [and. 9-11]
Sintez Kazan: Antonov, Pliskevich, Magomaev, Odintsov 2, Bugaychuk 1, Klikovac 1, Fatahutdinov 1, Marzouki 2 (1 rig.), Stepanyuk, Ryzhov-Alenichev, Zakirov 1, Giniyatov, Galimzyanov. All. Belofastov
Brescia: Del Lungo, M. Guidi, C. Presciutti, Manzi, Paskovic 1, Rizzo 3, Muslim, Nora, N. Presciutti, Bertoli 1, M. Janovic 2, Vukcevic, Morretti. All. Bovo
Arbitri: Buch (Esp) e Ivanovski (Mne)
Note: sup. num. Sintez 5/11, Brescia 1/9. Rigori: Sintez 1/1, Brescia 0/1
Il Brescia è alla fase a gironi di Champions League. A Kazan la squadra di Bovo bissa il successo sul Sintez e dopo l’11-9 di Mompiano perde di un gol (8-7) in casa dei russi, che escono dunque dalla massima competizione europea, retrocedendo in Euro Cup. Lo fa ancora una volta con una gara dai due volti: semplicemente dominati i primi due quarti, poi il Sintez, senza più nulla da perdere, ha approfittato del calo della squadra di Bovo e di un arbitraggio discutibile (specie nelle espulsioni finali) per rientrare e sfiorare una rimonta che sarebbe stata clamorosa. Il Brescia deve riflettere su questi cali e trovare continuità all’interno dei 32’, specie in campo internazionale: lo attende, infatti, un girone infernale con Jug, Barceloneta, Olympiacos, Dinamo Mosca, Waspo Hannover, Partizan e Orvosi. Quattordici partite durissime, il quarto posto come obiettivo minimo per centrare la qualificazione per la Final Eight di Genova. Ma i margini di miglioramento ci sono, eccome.
La prima parte della gara, come sabato scorso a Mompiano, è davvero incoraggiante. Il Brescia resta imbattuto per ben 18’, scappa prima sul 2-0 (gol di Mladjan Janovic e Rizzo), poi sul 4-0 (a segno Bertoli e ancora Janovic con una conclusione delle sue) e infine, nel terzo quarto, tocca il 5-0 ancora con Rizzo. L’unico dato negativo, in questa fase, è l’uomo in più: 0/3. Non migliorerà molto e questo è uno dei dati su cui Bovo deve riflettere. L’altro è il calo dopo il 5-0: in poco più di 3 minuti il Sintez si sblocca e piazza un parziale di 4-1 che rianima il pubblico di Kazan e innervosisce i lombardi. Un rigore fallito da Janovic (traversa) dà l’ultima spinta al Sintez, che nell’ultimo parziale tocca il -1 con Odintsov, autore del 6-5. Del Lungo ci mette una pezza in un paio di occasioni, ma Bugaychuk, in superiorità, completa la rimonta con il gol del 6-6 a 2’28’’ dalla fine. Il botta e risposta tra Rizzo, che sblocca il Brescia dopo 12’, e Marzouki (su rigore) accende l’ultimo minuto e mezzo di partita, con il Sintez che trova anche il gol del sorpasso con Zakirov, in superiorità numerica. Mancano 13’’ alla fine, troppo poco per completare la rimonta: il Brescia perde ma passa alla fase clou di Champions League.
“Sotto molti aspetti – il commento di Bovo -, la partita di oggi è stata simile all’andata: per due tempi ci siamo espressi davvero bene, ma, considerando anche la gara di sabato scorso, i fondamentali dell’uomo in più e dell’uomo in meno, sono da dimenticare. Stasera, in inferiorità, siamo migliorati un poco, ma senz’altro rimane tanto lavoro da fare. Ad ogni modo, non sono per nulla preoccupato, nonostante le percentuali molto negative, arriviamo alla fase a gironi di Champions, centrando uno degli obiettivi stagionali: siamo soddisfatti, all’inizio è sempre difficile, se poi trovi un avversario pesante, e più avanti nella preparazione, è chiaro che occorre sudare parecchio”.
***

Champions League – 3° turno di qualificazione – Le altre gare
JADRAN HERCEG NOVI-MARSIGLIA 9-7 [and. 7-6]
ORVOSI-SPARTAK VOLGOGRAD 12-7 [and. 14-7]
SABADELL-STELLA ROSSA 11-8 [and. 6-6]
***

I gruppi della fase a gironi di Champions League
Gruppo A: Dinamo Mosca, Jug Dubrovnik, Barceloneta, Olympiacos, Waspo Hannover, Partizan, BresciaOrvosi
Gruppo B: Steaua Bucarest, Eger, Szolnok, Spandau Berlino, Pro Recco, AZC Alphen, Jadran Herceg Novi, Sabadell.

0 commenti:

Posta un commento

 

Followers

Si è verificato un errore nel gadget