giovedì 6 aprile 2017

Euro Cup, è il trionfo del Ferencvaros

Image result for water polo euro cup

FERENCVAROS-ORADEA 7-7 (3-0, 1-3, 2-2, 1-2)  [and. 12-6]
Ferencvaros: So. Vogel, Avramovic 3, Madaras 4, Katonas, Nyeki, Sziranyi, Si. Vogel, M. Toth, Da. Varga, S. Jansik, Marko Cuk, S. Mitrovic, Gardonyi. All. Z. Varga
Oradea: G. Pijetlovic, Gheorghe, Negrean 3 (1 rig.), Diaconu 1, Chioveanu, Szabo, Pavlovic 1, Asanovic, A. Cretu, Georgescu 1, Radjen 1, Remes, F. Cretu. All. Kadar
Arbitri: Margeta (Slo) e Mercier (Fra)
Note: sup. num. Ferencvaros 2/6, Oradea 0/1. Rigori: Oradea 1/1


L’Euro Cup 2016-17 è del Ferencvaros. Forte del 12-6 dell’andata, la squadra ungherese ha giocato sul velluto la finale di ritorno contro l’Oradea, trasformata in una grande festa alla piscina Nepliget. Gli importanti rinforzi estivi (Daniel Varga, Madaras, Stefan Mitrovic e Sziranyi) non permetteranno forse ai biancoverdi di tornare a vincere il campionato ungherese – Szolnok e Eger appaiono ancora di un altro livello -, ma sono fruttati il quinto trofeo europeo della storia del club, già vincitore per 4 volte della Coppa delle Coppe. Il Ferencvaros, inoltre, mette fine al digiuno di vittorie della pallanuoto ungherese in ambito europeo: lo Szeged, con la Coppa Len del 2009, era stata l’ultima squadra magiara a sollevare un trofeo internazionale. Notevole il traguardo personale di Norbert Madaras: l’Euro Cup era l’unico trofeo Len a mancare al suo palmares, con la vittoria di oggi il 37enne mancino mette in bacheca la decima coppa europea della sua carriera.
Bum-bum: due superiorità e due gol di Madaras approno la festa del Ferencvaros, che dura per l’intera partita. La torcida biancoverde alla Nepliget non risparmia cori e applausi per la squadra di Zsolt Varga, che in acqua resta comunque concentrata dando vita ad una buona gara. L’Oradea esce comunque a testa alta: i rumeni di Kadar rimontano fino al pareggio di Diaconu, 6-6, a 1’45’’ dalla fine. Madaras rimette avanti il Ferencvaros a 42’’ dalla fine, Pavlovic fissa il 7-7 definitivo, a 18” dalla sirena. Allo scadere la gioia biancoverde esplode: vinta l’Euro Cup, l’anno prossimo i sogni del Ferencvaros potrebbero essere ancora più grandi.

0 commenti:

Posta un commento

 

Followers

Si è verificato un errore nel gadget