mercoledì 12 aprile 2017

World League, 6a giornata: risultati e commenti

Image result for fina world league

Gruppo A
SERBIA-SLOVACCHIA 11-2 (3-0, 3-1, 2-1, 3-0)
Serbia: Risticevic, S. Rasovic 1, V. Rasovic 1, Lazic 1, Subotic 3, Tomic 1, Drasovic 2, Toholj 2,  Jaksic, Rogac, Stojanovic 1, M. Jankovic, Dobozanov. All. Savic
Slovacchia: Hoferica, Vidumanski 1, Zatovic, Baran, Uradnik,  P. Tkac, Furman, Marek Tkac 1, Martanovic, Mitruk, Bielik, Veternik. All. Selektor Niznji
Arbitri: Radivevic (Cro) e Berishvili (Geo)
Note: sup. num. Serbia 3/5, Slovacchia 0/6. Rigori: Slovacchia 1/1
Da 16 anni Becej attendeva il ritorno della Serbia, che si ripresenta con una vittoria sulla Slovacchia che è bella e inutile: i Delfini (in alto Viktor Rasovic, foto da Waterpolo Serbia) erano già qualificati alla Super Final di Mosca. Per l’occasione Savic schiera uno solo dei campioni olimpici, il difensore Jaksic, lasciando spazio a tante giovani promesse della pallanuoto serba. Tutto facile in acqua: Lazic, Viktor Rasovic e Stojanovic gli autori dei gol con cui la Serbia vola sul 3-0 nel primo quarto, a metà gara il punteggio è di 6-1. Dobozanov sostituisce Risticevic tra i pali nella seconda metà di gara, ma l’andamento di gara non varia: la Serbia chiude sull’11-2. Tre reti per il posillipino Subotic, in gol anche il 17enne Tomic, all’esordio in nazionale come il mancino 18enne Rogac. Domani la Serbia raggiungerà Genova, dove terrà un common training con la Pro Recco: sabato a Torino sfiderà i liguri nel Memorial Mattia Aversa.

ROMANIA-GERMANIA 9-7

LA CLASSIFICA: Serbia 17, Slovacchia 8, Romania 7, Germania 4.
***

Gruppo B
CROAZIA-OLANDA 17-7 (3-1, 2-1, 6-2, 6-3)
Croazia: Bijac, Macan, Buljubasic 1, Loncar 2, Jokovic 2, L. Fatovic 1, A. Petkovic 2, Basic 2, Zovic 2 (1 rig.), Krapic, Setka 3, Vukicevic 2, Sparada. All. Tucak
Olanda: Wagenaar, Veenhuis, Winkelhorst 1, Van Den Burg 1, Reuten, Lindhout 2, Gbadamassi, Nispeling, Muller 2, Janssen 1, Koopman, Van Ljperen, De Koff. All. Van Galen
Arbitri: Schopp (Ger) e Balanescu (Rou)
Note: sup. num. Croazia 8/11, Olanda 4/5. Rigori: Croazia 1/1
Come da pronostico, la Croazia piega l’Olanda a Sibenik e conquista la qualificazione alla Super Final di Mosca. I Barakuda dominano difensivamente nella prima gara, poi dilagano in zona gol: il romanista Setka, con 3 reti, il top scorer. Positve anche le prove dei due della Mladost, Basic e Zovic, tra i meno esperti nel roster costruito oggi da Tucak.

FRANCIA-GRECIA 4-10 (2-1, 0-4, 1-2, 1-3)
Francia: Garsau, Monneret, Bachelier, Crosetti, Blary 1, Rocchietta 1, Crousillat 1, Izdinsky 1, Marzouki 1, Dino, Vanpeperstraete, Cannone, Fontan. All. Hrestak
Grecia: Flegkas, Gennidounias, Kapotsis, Argyropoulos 1, Fountoulis 3, Gouvis, Pontikeas, Solanakis, Mourikis, Kolomvos 2, Gounas 2, Vlachopoulos 2, Galanopoulos. All. Vlachos
Arbitri: Balazevic (Srb) e Radic (Svk)
Inutile, invece, il successo della Grecia in Francia: la squadra di Vlachos chiude con gli stessi punti della Croazia, in vantaggio però nella differenza reti degli scontri diretti. Dopo un buon avvio, i transalpini vengono bloccati dalla difesa ellenica: Fountoulis, 3 gol, il trascinatore in avanti. Bene gli “italiani” Vlachopoulos e Gounas.

LA CLASSIFICA: Croazia 15, Grecia 15, Olanda 6, Francia 0.
***

Gruppo C

riposa RUSSIA

LA CLASSIFICA: Italia 12 (4 giocate), Russia 6 (4), Georgia 0 (4).

0 commenti:

Posta un commento

 

Followers

Si è verificato un errore nel gadget