sabato 4 novembre 2017

Super Coppa Len maschile 2017



SZOLNOK-FERENCVAROS 10-8 d.t.r. (3-1, 2-3, 0-0, 1-2; 4-2 ai rigori)
Szolnok: Nagy, Gocic, Batori 1, Zalanki 1, D. Jansik, Mezei 1, Aleksic, Younger 2, Prlainovic 1, Mi. Cuk, Kis, Hangay, Kardos. All. Cseh
Ferencvaros: So. Vogel, Sedlmayer, Madaras, Nemet, Vamos 1, Sziranyi, Nikic, Jaksic, Da. Varga, De. Varga 3 (1 rig.), S. Jansik, S. Mitrovic 1, Gardonyi. All. Z. Varga
Arbitri: Stavridis (Gre) e Alexandrescu (Rou)
Note: sup. num. Szolnok 2/12, Ferencvaros 2/11. Rigori: Ferencvaros 1/1. Sequenza rigori: Aleksic gol, Denes Varga palo, Prlainovic gol, S. Jansik gol, Younger gol, S. Mitrovic gol, Zalanki gol, Madaras parato
Il Ferencvaros è sempre più forte, ma lo Szolnok rimane la squadra regina d’Europa. Questo il verdetto della finale di SuperCoppa Len disputata a Budapest, nella storica piscina Komjadi: i vincitori della Champions League battono i detentori dell’Euro Cup, ma lo fanno solo ai rigori, al termine di una gara davvero spettacolare per il calore del pubblico, l’atmosfera e soprattutto per la qualità dei giocatori in vasca. Davvero eccezionale. Lo Szolnok vince in fin dei conti con merito, non essendo mai andato sotto nel corso dei 32’ regolamentari, mentre dai 5 metri il Ferencvaros viene tradito dalla una delle sue stelle più brillanti, Denes Varga (tiro sul palo), e dal più esperto in vasca, Madaras, stoppato da Viktor Nagy (nella foto in alto), tra i migliori in vasca insieme al portiere dei biancoverdi, il 20enne Soma Vogel, giocatore atteso da un luminoso futuro. Niente vendetta, dunque, per gli ex dello Szolnok.
Denes Varga, protagonista nel bene e nel male per il Ferencvaros
Denes Varga, protagonista nel bene e nel male per il Ferencvaros
Tanti gli strepitosi attaccanti in acqua, ma punteggio che resta basso, nonostante nel primo quarto lo Szolnok dia l’impressione di poter presto prendere il largo. I campioni d’Europa scappano sul 2-0 nei primi minuti con i gol di Zalanki e di Younger (su uomo in più), ma nel secondo quarto subiscono il ritorno del Ferencvaros, che agguanta il pari con il 3-3 di Vamos, uno dei tanti grandi ex dell’incontro. Si arriva al giro di boa sul 5-4 per lo Szolnok e nel corso della terza frazione entrambe le squadre hanno ripetutamente la chance di segnare rispettivamente il gol del +2 e quello del pari. Nagy e Vogel (portiere già nel giro della nazionale di Marcz, oggi in tribuna alla Komjadi), danno spettacolo e così la gara resta in equilibrio fino all’ultima frazione. Il Ferencvaros crede ancora nell’aggancio, che arriva a 4’28’’ dalla sirena per un’ingenuità di Gocic, che espulso trattiene Jaksic: è rigore, che Denes Vargatrasforma per il 5-5. Lo Szolnok è in difficoltà, fallisce anche una superiorità, ma a tirarlo fuori dai guai è Prlainovic, che decide di scrivere il suo nome sul tabellino proprio nel momento più importante della gara. La difesa gli concede neanche mezzo metro e lui fionda il pallone alle spalle di Vogel.
L'elevazione di Soma Vogel, portiere del Ferencvaros
L’elevazione di Soma Vogel, portiere del Ferencvaros
Fantastica la replica del connazionale Stefan Mitrovic, che trova il 6-6 in entrata, in mezzo a due difensori, con una volée da grandi altezze, su pallone scodellato da Denes Varga. Negli ultimi due minuti Vogel e Nagy fanno a gara per l’intervento migliore: il ventenne del Ferencvaros è decisivo su una conclusione sotto misura di su uomo in più, il portiere della nazionale compie l’ultimo intervento della gara, sul tiro sulla sirena di Stefan Mitrovic. Si va ai rigori, dove risulta decisivo l’errore di Denes Varga e la parata di Nagy su Madaras: la sua esultanza è quella di tutto lo Szolnok. Il Ferencvaros è battuto, ma potrà vendicarsi presto, nel campionato ungherese.
***

0 commenti:

Posta un commento

 

Followers

Si è verificato un errore nel gadget