sabato 1 luglio 2017

HaBaWaBa, trionfano Posillipo e Team Azur



Posillipo e Team Azur Entente sono i nuovi campioni dell’HaBaWaBa International Festival. Davanti ai 3mila spettatori della Piscina Olimpica del Villaggio Ge.Tur di Lignano Sabbiadoro si sono giocate due finali spettacolari ed emozionanti, che di sicuro entreranno nella memoria di tutti i presenti, bambini ed adulti.

Sfilata delle squadre, inni nazionali, speaker che incitava il pubblico, musica, ospiti d’onore – come Stefano Tempesti, ex capitano del Settebello, testimonial dell’evento e Ratko Rudic – e premiazione finale: alle finali dell’HaBaWaBa International Festival, come accade ormai da 10 anni, non è mancato proprio nulla. A garantire lo spettacolo, poi, ci hanno pensato i piccoli pallanuotisti in gara.
L'esultanza del Team Azur Entente (foto DeepBlueMedia)
L’esultanza del Team Azur Entente (foto DeepBlueMedia)
LA FINALE U9. La prima finale giocata è stata quella U9, vinta dal Team Azur Entente, team dell’A.S. Monaco rafforzato da giocatori dell’Olympic Nice,  contro i greci del Patras Dias. Una partita semplicemente strepitosa: nei minuti finali il Patras Dias ha rimontato due reti, segnando il 9-9 a soli 24’’ dalla sirena conclusiva. Sono stati i rigori a decidere l’incontro: dopo ben 16 penalty, il portiere del Team Azur Entente ha intercettato il tiro decisivo, facendo scattare la festa dei suoi compagni di squadre, degli allenatori e dello staff. Tuttavia dobbiamo anche sottolineare l’enorme fair play degli sconfitti. A fine gara tutti i giocatori, l’allenatore e lo staff del Patras Dias, alla sua prima partecipazione all’HaBaWaBa International Festival, si è gettato in vasca insieme ai vincitori. Questo è il vero spirito HaBaWaBa! Dietro Team Azur Entente e Patras Dias, al 3° posto, si sono piazzate entrambe le semifinaliste, il Savona U9 e gli ungheresi del KSI Blue Dolphins.
LA FINALE U11. Anche la finale U11 si è conclusa ai rigori: a vincerla è stato il Posillipo Coccodrilli (il circolo aveva iscritto anche un’altra squadra, i Caimani). I napoletani si impongono per 6-5 sugli ungheresi del Ferencvaros, dopo il 3-3 dei tempi regolamentari. Decisivo nella sequenza finale il portierino Antonio Aloise, che ha parato 3 rigori ai magiari. Grande festa alla Piscina Olimpica dopo l’intervento decisivo: in acqua sono finiti anche allenatore, dirigenti e i tantissimi tifosi rossoverdi. Per il Posillipo è una vittoria speciale: si tratta del secondo trionfo in tre anni, dopo il successo del 2015, il terzo nella storia dell’HaBaWaBa International Festival (nel 2012 l’altra vittoria). Nessuno come i rossoverdi: dietro di loro Marsiglia e Vouliagmeni, fermi a 2 successi.

0 commenti:

Posta un commento

 

Followers

Si è verificato un errore nel gadget