lunedì 8 giugno 2015

Torneo Nazionale Fin-HaBaWaBa, fotogallery e commenti dei partecipanti


I commenti di Blu 3000AntonelliTyrseniaRN Florentia e Aquademia – Le foto inviate dai protagonisti e dai genitori –
Il commento della Blu 3000 – Grandi emozioni al Foro Italico.
La nostra società ha partecipato con due formazioni Under 11 e Under 9, tutti  bambini con gli occhi sgranati di fronte alla bellezza della piscina spettacolare dei Mosaici, molti di loro alla prima esperienza nella gloriosa vasca che ha accolto così tanti campioni.   Il clou dell’emozione da parte di tutti raggiunto durante la sfilata di presentazione sulle note dell’inno di Mameli.
Gioco e divertimento per tutti.
Riccardo Roncaioli (Blu 3000)
Che emozione la sfilata di presentazione sulle note dell’inno di Mameli!
Riccardo Roncaioli


Ecco la gallery della società Blu 3000



Il commento della Edoardo Antonelli – E’ la prima volta che la società Edoardo Antonelli prende parte ad un torneo Under 11 regionale, e sicuramente dopo questa fantastica esperienza non sarà l’ultima.
Che dire; sia per me (Francesco Sinimberghi, allenatore scuola pallanuoto) per i ragazzi, la maggior parte al loro primissimo anno di Pallanuoto, ma anche per i genitori, che hanno reso possibile tutto questo, è stato un tuffo in due bellissime e coinvolgenti giornate di sport.
Uno sport che regala molto e chiede ancora di più, impegno, costanza e forza di volontà, qualità che questi ragazzi hanno tirato fuori senza riserve, non dandosi mai per vinti in tutte le 13 partite disputate. Giocate contro squadre con tradizioni pallanuotistiche ventennali e non. Perché al di fuori dei risultati, la cosa più importante per questi giovani talenti è il divertimento, se poi consideriamo anche, che il tutto si è svolto nella piscina dei Mosaici al Foro Italico, bè, quale emozione più grande ci può essere?
Un grazie speciale va alla società che ci ha permesso di prendere parte a questo torneo, al presidente Massimiliano Bartolucci, il direttore sportivo Claudio Carminati, e i miei colleghi,Simone Patuano e Leandro Lucangeli.
Francesco Sinimberghi (tecnico Edoardo Antonelli)
Perché al di fuori dei risultati, la cosa più importante per questi giovani talenti è il divertimento
Francesco Sinimberghi


Il commento della Tyrsenya – Iniziative simili sono sempre ben accette e giocare nella piscina dei Mosaici, specialmente per i nostri “nani” (2007/08) sono certo sia stata un’esperienza che si porteranno dentro per tantissimo tempo.
Personalmente ho vissuto 2 giorni spensierati, godendomi ed osservando le evoluzioni in acqua dei giovani atleti, alcuni già troppo “formati”, altri alla loro prima esperienza nel campo clorato (i miei nani) ed i diversi modi di vivere  lo sport a questa età.
Un mio pensiero, che esula nel commentare il torneo habawaba,riguarda il modo diverso che si ha in italia di far approcciare allo sport i nostri bambini, ecco due esempi:
  • Il primo vissuto indirettamente,attraverso un’intervista fatta a  Falcao (giocatore della Roma Calcio anni 1980) dove gli venne chiesto la differenze tra i giovani atleti brasiliani con quelli italiani,la risposta fu : se date un pallone ai bambini brasiliani,questi palleggiano per un’ora,mentre  quelli italiani organizzano subito una partita.
  • Il secondo,a Riva dei Tarquini, durante uno stage della Nazionale di Judo,vissuto direttamente perchè presente,il Giappone,era ospite con una scolaresca di bambini più meritevoli per risultati scolastici. L’allora presidente del comitato regionale,organizzo’ un incontro tra questi bambini giapponesi con una rappresentativa di atleti italiani,subito disse: ITALIA-GIAPPONE……ovviamente vinsero gli italiani!!
    Da quella scolaresca giapponese,in gita,uscirono 2 campioni Olimpici e 4 Mondiali…….degli italiani,ad oggi nessuna traccia!!
… Arrivato il messaggio?? …
Complimenti agli organizzatori dell’HaBaWaBa, per aver premiato tutti allo stesso modo, italiani e …….giapponesi!!
A presto

Mario Monti (tecnico Tyrsenia)
Ecco la gallery del Tyrsenia

Il commento della RN Florentia – E’ stata una 2 giorni FANTASTICA di pallanuoto, dove i miei bambini/e hanno fatto una grande esperienza incontrando avversari/amici diversi dal solito giro del campionato toscano e per alcuni era la prima volta che dormivano da soli con i propri compagni.
Ci sono state vittorie, pareggi e sconfitte (in totale 13 mini-partite giocate!!!) ….. ma come dico a i miei giovani atleti/e, i punteggi non li guardo (spesso non so VERAMENTE il risultato!), quello che voglio vedere sono : DIVERTIMENTO, SORRISI , VOGLIA DI GIOCARE e STARE INSIEME agli altri e non per ultimo MIGLIORAMENTO PALLANUOTISTICO!!!!
La squadra era al settimo cielo…tornati stanchissimi ma con SORRISI enormi e la voglia di continuare a migliorarsi in questo SPLENDIDO SPORT.
Un ringraziamento all’organizzazione e tutte le squadre partecipanti per la bellissima festa di questi 2 giorni.
La squadra della RN Florentia: Maselli Giovanni, Schifano Andrea, Cappabianca Errico, Gabelli Eleonora, Ceccarelli Lapo, BonginiTommaso, Torre Giacomo, Leoncino Francesca, Signorini Andrea, Renai Andrea
Rossano Signorini (tecnico RN. Florentia)


Il commento dell’Aquademia – Si è concluso oggi il torneo Fin HaBaWaBa, girone centro organizzato dal comitato regionale Lazio.
Ben 16 le società partecipanti per circa 180 ragazzi desiderosi di confrontarsi e di giocare a pallanuoto nella sempre splendida cornice della piscina dei mosaici del Foro Italico. Una due giorni vivace ed allegra in cui la palla n. 3 ha fatto la protagonista, rincorsa e contesa da tutti i partecipanti.  L’Aquademia si è presentata con ben 22 atleti che nella prima giornata sono andati a formare 3 squadre: due U11 ed una U9, mentre nella seconda giornata ha partecipato con due squadre.
Tutti i ragazzi hanno ben figurato. I più piccoli hanno fatto vedere le loro potenzialità che ben fanno sperare per i futuri programmi della società ed i più grandi hanno confermato di essere tra le migliori U11 del lazio e dintorni. In due giorni seguiti dai tecnici Maria AltriniLorenzo Favale e da direttore tecnico Mauro De Paolis hanno giocato 16 partite da 10 minuti l’una realizzando un solo pareggio e tutte vittorie. Complimenti vanno a tutti i ragazzi per l’impegno e la passione che già così piccoli mettono verso questo splendido sport soprattutto per il loro fair play. Infine un’esperienza assolutamente positiva dal punto di vista tecnico per l’intensa attività svolta nella due giorni ben organizzata e coordinata dal prof Nicola Izzo che nel suo ruolo “super partes’ ha saputo inviare  anche un messaggio educativo ai piccoli atleti.
Maria Altrini (tecnico Aquademia)
Nella foto gli atleti dell' Aquademia
Nella foto gli atleti della società Aquademia
Ecco le prime foto:
Di seguito le foto della società Rari Nantes Florentia

0 commenti:

Posta un commento

 

Followers

Si è verificato un errore nel gadget