giovedì 4 giugno 2015

Borelli: “Il Brescia potrebbe rinunciare alla wild card”


Bodegas ha accettato l’offerta della Pro Recco”. Con queste parole, Piero Borelli, direttore sportivo del Brescia, ha annunciato l’addio dell’universale francese alla sua squadra. Troppo alta l’offerta dei campioni d’Italia e d’Europa. “In A1 è come se ogni squadra avesse un barattolo di marmellata: undici la spalmano, il Recco la tira a secchiate”, il commento sarcastico di Borelli. Il dirigente lombardo, inoltre, ha spiegato che l’addio di Bodegas potrebbe rappresentare il prologo a un cambio di strategie da parte del Brescia. “Stiamo valutando l’ipotesi di rinunciare alla wild card di Champions League. Investire tanto non serve, se poi qualcuno ti porta sempre via i giocatori migliori”.
Manca ancora l'ufficialità, ma Bodegas sarà del Recco
Manca ancora l’ufficialità, ma Bodegas sarà del Recco
La questione riguardante la wild card di Champions – che dà accesso diretto alla fase a gironi, saltando i turni preliminari – verrà discussa oggi in un vertice tra la dirigenza e il tecnico Sandro Bovo e da essa, molto probabilmente, dipenderanno anche i piani del Brescia sul mercato. Non è da escludere, dunque, che il club lombardo decida di procedere ad un parziale ridimensionamento degli investimenti nell’organico della prima squadra rinunciando, dopo Bodegas, anche ad altri dei giocatori che hanno raggiunto quest’anno la finale scudetto. Un’eventualità, questa, che renderebbe la Pro Recco ancor più padrona del campionato di A1.
Quanto alle altre squadre, la Bpm Sport Management si conferma la più attiva sul mercato. Per Jelaca, in uscita dal Como, manca solo la firma (prenderà il posto diBlagoje Ivovic), così come per BusilacchiCoppoli e il trio di giovani del Sori Gandini-Rocchi-Manzi. Vicino anche Mirarchi, mentre in queste ore la Bpm si sta spendendo in pressing su Antonio Petkovic dell’Acquachiara, il bomber in cima alla lista dei desideri di Gu Baldineti.
Michele Luongo, obiettivo dell'Acquachiara
Michele Luongo, obiettivo dell’Acquachiara
Il club napoletano, intanto, è in trattativa non solo per trattenere Stefano Luongo, ma anche per ingaggiare il fratello Michele. Inoltre cerca sempre un mancino:Damonte del Savona rimane la prima scelta.
In A1 femminile, intanto la Mediterranea Imperia saluta due delle sue colonne: Elisa Casanova e Anaid Ralat. Il centroboa ha accettato la proposta della Locatelli, che con il suo innesto diventa automaticamente una delle candidate alla promozione nel prossimo campionato di A2. Una scelta di vita, invece, alla base dell’addio di Ralat, che tornerà a casa, a Portorico.


0 commenti:

Posta un commento

 

Followers

Si è verificato un errore nel gadget