giovedì 4 giugno 2015

Mercato: il paradosso dei fratelli Luongo


Più di 100 gol in due, ma ancora senza squadra. Strana situazione quella di Michele (nella foto in alto) e Stefano Luongo, fratelli bomber protagonisti di una grande stagione con le calottine di Bpm Sport Management e Carpisa Yamamay Acquachiara. I rispettivi contratti sono scaduti e i due club, al momento, non si sono ancora mossi per il rinnovo: di fatto, i fratelli Luongo sono liberi di cambiare squadra.
Stefano, in particolare, piace al Brescia, squadra alla quale un giocatore di grande spessore offensivo, per di più italiano, farebbe assai comodo. Al momento, però, nessuna offerta è stata ancora avanzata dal club lombardo, il cui mercato è condizionato dalla questioneBodegas, sia per quanto riguarda il budget, che per le scelte. In caso di partenza del francese, prossimo alla naturalizzazione, il Brescia cercherebbe un altro centroboa: Tommaso Busilacchi del Como (seguito anche dalla Bpm) e Arnaldo Deserti del Bogliasco le soluzioni possibili, specie dopo che Fabio Baraldi ha rinnovato con la Canottieri Napoli (manca la firma).
La Bpm Sport Management, intanto, in settimana potrebbe muoversi per un altro dei suoi giocatori in scadenza: Gianni Averaimo, dirigente del club veneto-lombardo, ha in programma un incontro con Sasha Sadovyy per discutere del rinnovo del centroboa. IlSavona si è fatto avanti con il giocatore che, però, alla fine dovrebbe restare alla Bpm.
Tanti movimenti di mercato anche all’estero, con l’Ungheria che si conferma il campionato di maggiore attrattiva per i pallanuotisti di tutto il mondo. Le notizie più interessanti riguardano Ferencvaros e Debrecen, due club intenzionati a rafforzarsi considerevolmente per inserirsi nella lotta per il titolo con Szolnok, Eger e Orvosi. Il Ferencvaros ha già messo a segno due colpi, prendendo l’attaccanteMarko Cuk, che ha lasciato il Radnicki a stagione in corso, e Marton Toth, ex Posillipo svincolato dallo Szolnok. Il club di Budapest, ora, potrebbe puntare al centroboa Slobodan Nikic, centroboa ex Pro Recco che quest’anno ha giocato in Turchia, al Galatasaray.
Il Debrecen, invece, ha ingaggiato Sergi Mora, “Pichichi” della Liga spagnola, pronto a lasciare il Terrassa: l’Ungheria, dunque, fa gola anche ai giocatori latini. Novità importante per lo Szolnok: il serbo Zivko Gocic, potrebbe essere naturalizzato (il regolamento ungherese, a differenza dell’italiano, lo permette anche se si continua a giocare con la propria nazionale di origine) e dunque i campioni in carica potrebbero andare a prendere un altro straniero. Considerata la partenza di Toth, che allo Szolnok giocava centroboa, è probabile che il prossimo rinforzo per Sandor Cseh arrivi proprio ai due metri.

0 commenti:

Posta un commento

 

Followers

Si è verificato un errore nel gadget